settimo_atlante

settimo atlante

analisi scientifica, divulgazione della conoscenza e modificazioni del territorio


Il libro è l'esito della ricerca iniziata nell'ambito delle attività legate alla stesura del Piano Strategico Comunale di Settimo San Pietro, ma che ha poi proseguito autonomamente. Prende le mosse dalla considerazione che le ricerche sulle modificazioni del territorio e del paesaggio hanno spesso una circolazione limitata ad ambiti molto specialistici, nonostante riguardino un argomento fondamentale per ogni cittadino e per la consapevolezza di una comunità.

Il progetto di Settimo Atlante sperimenta un metodo che si propone invece di far convivere l'analisi scientifica con l'esigenza di una più ampia diffusione della conoscenza: fornisce strumenti per l'attività di pianificazione, scandagliando numerose possibili letture della forma del territorio; cerca di liberare il potenziale comunicativo di quegli stessi strumenti, facendoli interagire all’interno di un racconto.

Settimo Atlante è il promemoria della scoperta di questo territorio, delle strade con cui ci si arriva, della sua storia e del suo paesaggio. La sua struttura narrativa sovrappone e confronta su scale differenti, con ricerche cartografiche e elaborazioni originali, temi e tempi («necessità di comprendere in un’immagine la dimensione del tempo insieme a quella dello spazio», come scriveva Italo Calvino). Inoltre esplora possibili modalità di interpretazione e documentazione del paesaggio, con un rapporto reciproco e speculare tra cartografia e fotografia, rendendo esplicito il valore di “racconto di viaggio” assunto dalla ricerca.


Ambito di ricerca: Area vasta di Cagliari, Comune di Settimo San Pietro

Progetto e coordinamento tecnico-scientico: Salvatore Peluso

Coordinamento editoriale e ricerca iconografica: Roberta Milia

Editore: Aipsa Edizioni

Cronologia: 2010